Pèter, per favore non ci criticare

Pèter è stato bloccato per aver criticato come la maggior parte degli amministratori fanno il loro lavoro su Wikipedia in italiano. Blocco infinito ovviamente. Sì, lui non era d’accordo sull’operato degli amministratori italiani, e quindi blocco. Folle ma vero.

M7 ne propone il blocco con questa motivazione:

l’utente evidenzia una marcata contrapposizione verso altri utenti ed in particolare per un nutrito numero di amministratori

Il problema nasce da questo commento di Pèter:

Nel quadro generale del peggioramento progressivo di Wikipedia (amministratori e contenuti) una delle poche note positive: specchio fedele del buon esempio da seguire ma che, nel contesto di un ambiente in deterioramento e deteriorato, è destinato a rimanere fatalmente in minoranza. L’augurio che gli faccio è quello di non volersene mai sentire “all’altezza”.

Ovviamente se avesse scritto che su Wikipedia andava tutto bene il suo comportamento sarebbe stato giudicato apprezzabile. Ma così avrebbe mentito, perchè lui ha notato da tempo cose che non vanno. Perchè non dirlo apertamente? Le critiche servono a crescere e a migliorare. Anche perchè le sue critiche non sono generiche, lui in passato ha riportato nomi e circostanze, quindi ora semplicemente si rifa a cose già dette.

Tra l’altro notiamo il suo comportamento sempre corretto, mai una parola di troppo o un’offesa, semplicemente critiche aspre, come è giusto che sia se si sente di doverle fare.

Eh no caro Pèter, qui non piacciono le critiche, e quindi tu sei incompatibile con il progetto.

La discussione che ne nasce è lunghissima e porta al blocco infinito di Pèter. Peraltro Pèter precisa che il suo giudizio negativo è solo su alcuni amministratori, e non certo su tutti, cosa legittima. Le sue risposte sono sempre educate, in tema, circostanziate, seppure le critiche che rivolge sono aspre. Legittimo no? Nulla da fare Eustace Bagge lo blocca a infinito su richiesta di M7.

Questo un paragrafo dell’ultimo suo commento prima del blocco:

Io, per parte mia, non ho fatto altro che fornire la mia versione dei fatti e la relativa spiegazione, annotando con onestà che, come è consentito fare, non avrei smesso di esprimere critiche, laddove ne avessi ravvisato la necessità, ma questo per la “comunità” significa “incompatibilità”, ed io stesso ho scritto, e più volte, che se è questo è il pensiero “comunitario” io ne sono incompatibile.

Questo utente, serio, educato, rispettoso delle regola di Wikipedia, con una montagna di contributi validi alle spalle (31.611 edits!!!) viene bloccato per sempre. Chi lo ha bloccato e chi ha insistito per farlo resta al suo posto.

Tutto ciò fa anche una certa paura direi, perchè vuol dire che ognuno di noi nel momento che avanzasse critiche non gradite può essere messo fuori, a dispetto dell’impegno messo e della correttezza dimostrata.

in fondo all’articolo trovate la soluzione semplice (perchè a volte si tende a complicare cose in realtà molto semplici) che propone Wikiveliero

Prima della soluzione, se avete pazienza, ecco alcune frasi che propongono il blocco, il problema è sempre quello, non un qualche errore di Pèter, ma il suo ostinarsi a criticare quello che secondo lui non va e andrebbe migliorato:

..il confine fra l’andare controcorrente e il criticare in maniera sterile è labile.. Ale Sasso 10:33, 27 mar 2015

..confermando il fatto che il suo atteggiamento non è collaborativo..L736E 09:41, 30 mar 2015 (dopo più di 30.000 edits!!!)

Quindi la tua analisi è (…) che sei disposto a perdonare la comunità di Wikipedia se con umiltà, coscienza ed educazione ti chiederà scusa? Aiutaci a capire. —Phyrexian ɸ 23:43, 30 mar 2015 (noi siamo di più, abbiamo ragione per forza!!)

..rispondere solo agli utenti che più gli piacciono, facendo finta che le domande degli altri siano invisibili. Fra l’altro per ribadire quanto egli sia nel giusto, sviando il discorso e cavillando su fantomatici vizi di forma. (..) e a questo punto a me pare ancora più ovvio di prima che non abbia nessuna intenzione di collaborare. –Phyrexian ɸ 03:05, 31 mar 2015 (Phyrexian calmati, non sarai tu invece quello poco collaborativo??)

Adesso sarebbe il caso di dialogare, anche se è evidente che le posizioni di partenza sono molto distanti. (..) non farebbe che confermare l’impressione che con alcuni utenti si possa adottare una repressione durissima per fatti che in altri casi determinerebbero al più una ammonizione, a mio avviso. (..) Dovremmo tutti cercare di passare oltre in una comunità i cui numeri diventano sempre più risicati, altrimenti il gioco finirà. -Pigr8  00:06, 31 mar 2015 (grazie Pigr8, provaci almeno tu a farli ragionare!!)

spero che si possa venire a una soluzione pacifica e mi auspico che contribuirà con la mente serena divenendo più trattabile (purtroppo capita a tutti), a prescindere dalle discussioni.–Anima della notte 00:48, 31 mar 2015 (dai che ce la facciamo!!)

..confidando che in futuro qualunque critica da me espressa, se mai ci sarà, sia trattata alla stregua di qualunque altra, fatta da qualunque altra utenza, e non col pregiudizio e la mala fede che ho notato in questa occasione —Pèter 16:21, 31 mar 2015 (ok, chiudiamola qui, ora la questione è chiusa)

Ho apprezzato molto l’ultimo intervento di Pèter ed era quello che auspicavo facesse. Sono convinto che la sua decisione farà bene innanzitutto al Progetto e conseguentemente a lui e a tutta la comunità wikipediana. A questo punto proporrei di tornare ad occuparci dell’enciclopedia visto che ce n’è grande bisogno.;-)–Triquetra 19:10, 31 mar 2015 (evvai, viva Wikipedia!!)

Triquetra sul serio? Invece l’ultimo commento di Pèter mi convince sempre di più che sia totalmente incompatibile con il Progetto  —Phyrexianɸ 20:27, 31 mar 2015 (come???)

Segnalazione chiusa; preso atto della sua manifestata disponibilità a costruire insieme nuovi percorsi per i reciproci rapporti, l’utente è ammonito.. — g · ℵ (msg) 00:34, 1 apr 2015 (dai un buon compromesso, tutto è bene quel che finisce bene, ora si torna al lavoro..)

Segnalazione riaperta. Per me la storia wikipediana dell’utente può tranquillamente finire qua, ma se qualcuno ha da aggiungere qualcosa, ben venga. —M/ 13:39, 8 apr 2015 (guerra sia, ora vediamo chi mena di più..)

..in risposta al tuo messaggio “Non va bene, perché ci sono dei giudizi ultimativi e al tempo stesso con un tono paternalistico che potevi tenerti per te. C’è sufficiente voglia di smetterla con questi toni o vado a riaprire segnalazione e relativo iter? M7” (…) data l’inconsistenza di entrambe le cose (…) segnalazioni di problematicità avanzate per ragioni quali spirito di ripicca o di rivalsa più che per appianare un conflitto esistente, o comunque avviate senza seguire i necessari passi di risoluzione dei conflitti, potrebbero condurre al blocco dell’utenza segnalante, avresti dovuto essere bloccato tu (…) non accetto la prepotenza ma ancora meno la presa in giro. —Pèter 13:35, 8 apr 2015 (il blocco ormai è sicuro, M7 è un amministratore molto in vista, se lo critichi apertamente molti lo difendono e l’utente sarà bloccato. M7 è anche un amministratore temuto, perchè opera blocchi, o propone il blocco, per poco o niente quando un utente si pone contro di lui.)

arrivano Sanremofilo, ovviamente Phyrexian,e poi Pracchia 78, Moroboshi, Ale Sasso, Euphydryas, L736E, X-Dark, g, ecc, e alla fine, il blocco. Nessuno entra nel merito della questione, tutti dicono solo sei non collaborativo, sei incompatibile..

L’essere “non collaborativo” significa il “non fare un passo indietro”? O piuttosto chinare la testa di fronte a qualcosa che si ritiene ingiusto? Se questo è “incompatibilità con il progetto” dicevano bene (..) io sono incompatibile; Pèter02:01, 9 apr 2015

Niente da fare, se non gli dai ragione sei non collaborativo e incompatibile, e ti bloccano. Ma se Pèter la pensa diversamente avrà diritto a farlo?? No, bisogna pensarla come la maggioranza, altrimenti sei non collaborativo.

Se vedo un’ingiustizia la dico apertamente, come fa Pèter, dove sta il problema? Solo in questo modo le situazioni possono migliorare, grazie a chi ha il coraggio di non tacere di fronte a quello che non va, e grazie alla capacità di ascolto di chi riceve quelle critiche. Poi se quelle critiche sono sbagliate, meglio, allora Pèter ti sbagli, sei libero però di pensarla come vuoi, anzi continua ad argomentare le tue critiche ogni volta che puoi e così alla fine ne sapremo di più e vedremo chi ha ragione. E invece no, le critiche non vanno bene di per sè, se le fai non sei collaborativo, blocco.

Bravo Wikiveliero.. ma in pratica cosa proponi? o sei solo bravo a criticare??

SOLUZIONE: Pèter tu fai delle critiche, però non ci convincono, non ti blocchiamo e non ci pensiamo nemmeno di farlo, ma anzi ti invitiamo ad argomentarle meglio, fine della discussione.

La discussione sarebbe durata pochi minuti, Pèter avrebbe potuto dimostrare o meno le sue argomentazioni, nessuno avrebbe perso tempo, avremmo imparato qualcosa di più su come portare avanti al meglio il fantastico progetto di Wikipedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *