Le donazioni a Wikipedia sono nostre e ne disponiamo come crediamo

Il titolo purtroppo non è esagerato ed è esattamente quanto accade. Leggi questo articolo e non potrai credere ai tuoi occhi.

La Wikiconference 2017

La Wikiconference è una conferenza pagata con i denari delle donazioni:

Trasporti e camere di hotel: 4.400 euro

Pranzi: 2.700 euro

Coffe break: 1.200 euro

Il totale, che comprende altre spese minori, è più di 12.000 euro

Gli editor di Wikipedia entrano gratis (e ovviamente gli editor bloccati da Wikipedia invece pagano).

Non sono previste spese per l’intervento di esperti, che evidentemente parleranno gratis. Le spese quindi vanno quasi tutte per dare la possibilità ai wikipediani (non bloccati) di partecipare gratis alla conferenza, spesati in tutto, dal viaggio, all’hotel, ai pranzi, ai coffee break.

La Wikiconferenza è quindi fondamentalmente un modo per incontrarsi e socializzare per i wikipediani, spesati dalle donazioni. Ma su questo sono gli stessi organizzatori e sostenitori a dirlo.

Ecco cosa dice Lorenzo Losa, presidente di Wikimedia Italia:

Events like this are essential to strengthen the community, connect people and enable them to learn from each other. The organizing team is experienced and committed, and there is the potential to have a great conference! – Laurentius (talk) 18:00, 20 October 2016

L’obiettivo è incontrarsi, spesati in tutto, e infatti il budget è stato già deciso e finanziato, ma ancora nulla si dice sul programma della conferenza. Infatti la pagina del programma della conferenza è vuota. La conferenza è stata decisa e finanziata senza che esista un programma.

Quindi questa conferenza non si pone obiettivi di impatto come qualsiasi attività di un ente no profit dovrebbe fare nell’usare le donazioni che riceve, è solo un modo per socializzare.

Infatti se leggiamo i criteri che ne misurano il successo, sono il numero di wikipediani coinvolti e i nuovi articoli aggiunti a Wikipedia. Cioè l’obiettivo di questa conferenza non è avere un impatto e un’utilità sociale, ma avere tanti wikipediani che partecipano gratis alla conferenza. Da non crederci…

L’organizzatore è Jaqen, Niccolò Caranti. Questa persona che ha ideato questa conferenza, è anche pagato dalla Wikimedia Foundation per svolgere il ruolo di coordinatore per la definizione della strategia globale di Wikipedia per l’Italia. E’ amministratore di Wikipedia dal 2007 e fedele sostenitore della strategia dei blocchi contro ogni oppositore.

Niccolò Caranti ha quindi un ruolo importantissimo, perchè coordina per l’Italia la definizione della strategia globale di Wikipedia per i prossimi anni. Cercando sul web, questa persona però non risulta laureata, si è diplomato nel 2005, quindi è molto giovane, non risulta aver mai ricoperto alcun ruolo di rilievo che giustifichi questa assunzione in un posto così di prestigio. Dichiara di lavorare come fotografo. Insomma non si capisce quali siano le competenze che l’abbiano portato a lavorare per la Wikimedia Foundation. L’unica cosa certa è la sua fedeltà al sistema dei blocchi di Wikipedia contro gli oppositori, e infatti nel suo profilo su Wikipedia si vanta di essere un amministratore temuto e odiato. Caro Niccolò, un utente bloccato è una perdita per il progetto, ma tu non sembri essere d’accordo.

Il project manager per la Scuola, Dario Crespi

Vediamo come vengono scelte le assunzioni dentro a Wikimedia Italia.

Dario Crespi dichiara nella sua pagina di essere ancora uno studente della laurea magistrale in Architettura. Ma su Wikipedia è normale, l’età media è tra i 20 e i 30 anni, alcuni amministratori sono minorenni.

Dario Crespi, nonostante sia ancora uno studente, è stato il project manager per l’area Istruzione di Wikimedia Italia. Non è stato uno stagista, ma il project manager. Come abbiamo visto, fare il project manager per l’area Istruzione vuol dire in pratica nient’altro che organizzare incontri nelle scuole dove si spiega come funziona Wikipedia, nonostante ci sia una guida online, e spesati con i soldi delle donazioni.

Dario Crespi è ancora un semplice studente, non sembra avere alcun merito o competenza particolare se non l’essere utente di Wikipedia dal 2007, e quindi aver assistito alla deriva dittatoriale di Wikipedia senza trovarci nulla di male.

Anche in questo caso, una persona che riveste un ruolo molto importante e che gestisce migliaia di euro proveniente dalle donazioni, senza esperienza nè competenze specifiche, premiato a quanto pare solo per la fedeltà al sistema di potere di Wikipedia in italiano.

E con questo articolo ho aggiunto un altro pezzo del puzzle, ora dovrebbe esservi abbastanza chiaro come funziona il sistema clientelare che tiene in piedi Wikipedia: se sei omertoso di fronte agli abusi che avvengono su Wikipedia, vieni premiato con potere, gloria, denaro. Ricevi incarichi di prestigio e retribuiti con i soldi delle donazioni. Non servono nè competenze nè esperienza. Se protesti contro gli abusi, stai fuori per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *