Le riconferme tacite degli amministratori di Wikipedia e di Vituzzu

Una volta che sei eletto amministratore la riconferma avviene in modo tacito, che vuol dire che non avviene una vera e propria votazione ma è una procedura semplificata basata sul principio del silenzio-assenso, alla quale comunque ci si può opporre e se si raggiunge un numero sufficiente di voti contrari si può chiedere una votazione completa.

Il problema è che a questa conferma tacita si può opporre solo chi non è stato bloccato. Quindi, loro ti bloccano violando le regole di Wikipedia, e quando c’è la riconferma magicamente non c’è nessun voto contrario. Come in una dittatura.

E infatti… scorrete l’elenco delle riconferme del 2017 e troverete tanti amministratori corrotti a noi ben noti riconfermati senza un solo voto contrario!! Questo vuol dire che tutti gli oppositori sono stati eliminati.

Vituzzu non ha nessun voto contrario. Threecharlie nessuno voto contrario. Sannita nessun voto contrario. Vale93b nessun voto contrario. Stessa cosa per Pequod76, Phyrexian, Carlomorino, Yiyi, Eustace Bagge, Er Cicero, ecc L’unico è Ale Sasso ad avere qualche voto contrario, con la motivazione che per avere ragione minaccia il blocco del suo avversario, ma questo lo sappiamo già.

Insomma tutti gli amministratori più corrotti e più favorevoli alla politica dei blocchi per eliminare gli oppositori sono riconfermati all’unanimità, senza un solo voto contrario. Semplicemente perchè hanno eliminato tutti gli oppositori, o perchè i wikipediani sanno bene che è meglio non far critiche agli amministratori corrotti e quindi scelgono il silenzio.

Non solo, ma tra loro si votano e si sostengono a vicenda. Bloccano gli oppositori, violano le regole di Wikipedia, e tra di loro si fanno i complimenti.

 

Segui gli aggiornamenti sul nostro canale telegram, su twitter o su facebook.

Stampa i volantini e diffondi il blog WikiVeliero.

4 Comments

  1. Donato Quaglia | | Rispondi

    Sai, c’è un punto che mi sfugge. Tutti questi utenti che allontanano altri utenti… ma a che scopo? Qual è l’obiettivo pratico che si vuole ottenere? Quali sono le finalità di questo “sistema”? Non è possibile che questi vogliano semplicemente fare i monatti che “facciamo morire tutti e restiamo noi a sguazzar per Milano”. Fin qui vedo che hai parlato tantissimo (sebbene in modo trovo confusionario) del “metodo”, ma qual è il merito? Questi utenti che cacciano altri utenti, poi, che fanno?

    • admin | | Rispondi

      Caro commentatore,

      il “metodo” è molto chiaro e semplice, se ti opponi al mio potere ti blocco. Non penso si possa fare confusione, è tutto così tristemente chiaro.

      Per quanto riguarda le finalità, anche qui è molto semplice:
      chi fa parte del sistema, come l’hai chiamato tu, innanzitutto riceve potere sull’enciclopedia libera, e quindi decide cosa si può scrivere su uno dei siti più visitati al mondo. E lo sai il potere dà alla testa…
      Poi ha potere sulle persone, quindi c’è il compiacimento nell’eliminare chi ti fa uno sgarro o ti dice qualche frase che non ti risulta gradita. E su questo Vituzzu e M7 sono maestri, a loro basta una parola sgradita per eliminarti a vita.

      Infine ci sono i soldi delle donazioni e Wikimedia Italia. Se appoggi la dittatura puoi ricevere qualche incarico stipendiato con i soldi delle donazioni. E puoi anche arricchire il tuo curriculum con qualche esperienza di prestigio.
      E il bello è che per tutto questo non serve alcuna competenza, basta che sostieni la dittatura con il giusto entusiasmo, ti fai le amicizie giuste, e allora ti arrivano stipendi e incarichi di prestigio.
      Bella la vita dei corrotti, vero?! 😉

  2. Dario Z | | Rispondi

    Me ne sono andato di mia volontà da Wiki piuttosto schifato. L’enciclopedia è piena di errori e lacune ma questi pensano solo ad annullare di netto senza giustificarsi con una parola (oltre ai trolls e alle modifiche maldestre, che avvengono ogni giorno, certo) chi scrive cose su gente a loro non simpatica, quasi sempre ripristinando gli errori e le inesattezze della vecchia versione. Ovvio che fare una protesta poi non serve, che il chiedere almeno di lasciare corrette le inesattezze e gli errori poi non serve, sono una catena, e anche se qualcuno imposta una discussione al “bar di Wikipedia” è pieno di lacchè che accorrono a sostenerli.
    Non credo bisogni affaticarsi molto per trovare una ragione: lasciamo da parte l’ipercitato dittatore Vituzzu e svariati amministratori leali ma sottomessi, e prendiamo in esame gente come Adalhard Waffe, Supernino, L736E, o il crescente e futuro amministratore Vergerus: sono attivi sul sito praticamente sempre. A meno che non siano ubiqui, e comprendendo il loro umano bisogno di dormire almeno 6-7 ore, passano tutta la loro vita cosciente su Wikipedia. I loro interventi sono svariate migliaia. Ergo, qualche parente li mantiene e non hanno una vita reale. E se esiste un luogo, anche se multimediale, dove sei il re, dove puoi decidere, dove puoi bloccare chi ti sta sulle palle, dove puoi creare addirittura dispiaceri a qualcuno, è facile dedurre che preferiscano stare lì piuttosto che uscire in un mondo dove sono oggetti d’aria invisibili e per tutti indifferenti, un mondo dove, da disadattati per la troppa assenza, dovrebbero faticare tantissimo sulla propria psiche per costruirsi un minimo rapporto sociale. Non gliene frega nulla di scrivere qualcosa di vero, preciso e utile per la gente, di fare ricerche nelle fonti, ve lo assicuro. Quindi, essendo connessi praticamente sempre, si deduce che sono lì soltanto per poter contare qualcosa in una vita nella quale non hanno avuto il coraggio di immergersi, e ahiloro, essendo non più di primissimo pelo, è molto difficile buttarcisi adesso.

    • admin | | Rispondi

      Ciao Dario, purtroppo la tua idea è molto verosimile: se queste persone dedicano tanto tempo a Wikipedia è perchè lì possono distribuire punizioni ed eliminare per sempre chiunque dica a loro qualcosa che non gli piace. E’ evidente che questo nella vita reale non lo puoi fare, quindi questa vita virtuale alterata è molto confortante per queste persone. E’ uno dei lati oscuri di internet, del quale purtroppo si parla poco.
      Tutti parlano degli insulti che leggiamo ogni giorno in rete, ma quello c’è anche nella vita di tutti i giorni. Solo sul web invece puoi diventare amministratore di una comunità di persone così grande come Wikipedia e lì eliminare tutti i tuoi nemici o presunti tali. Questo non lo puoi fare nella vita reale, ed è un potere che dà alla testa.

      Dario però ho dovuto togliere dal tuo commento alcune frasi volgari, come vedi qui ci teniamo molto a tenere la discussione su livelli civili, quindi la prossima volta fai più attenzione!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *