La selezione dei disonesti

Da oltre dieci anni su Wikipedia i contributori vengono selezionati in base alla loro disonestà e complicità con questo sistema corrotto.

Frieda Brioschi, Gac, Vituzzu, Mario Benvenuti alias M7, Luca Martinelli alias Sannita, Federico Leva alias Nemo, Lorenzo Losa, il presidente di WikiMedia Italia, Maurizio Codogno, portavoce di WikiMedia Italia, da un decennio fanno questa selezione al contrario: sei complice di questo sistema corrotto? Puoi restare, altrimenti sei fuori.

Qualcuno forse si chiederà perchè il WikiVeliero non documenta più questa situazione, non racconta nuovi casi di abusi, ad esempio di Dimitrij Kasev, o L735E, o dell’ultimo bulletto che ha deciso si sfogare la propria prepotenza, e anche una certa dose di sadismo malato, su Wikipedia.

E cosa c’è da documentare?! Su Wikipedia ci sono solo utenti disonesti e violenti, oppure utenti che vedono ma stanno zitti per quieto vivere. Poi ci sono gli utenti che non si sono accorti di nulla, magari perchè fanno pochi contributi, ma nel momento in cui si accorgono degli abusi devono scegliere: o accettare il sistema corrotto o essere bloccati per sempre.

Il sistema corrotto di Wikipedia si auto-alimenta, e non si può cambiare dall’interno. I corrotti hanno occupato tutta Wikipedia, e i loro strumenti di controllo sono troppo potenti: gli basta un clic e i loro oppositori sono eliminati per sempre.

Anche se un giornale a tiratura nazionale pubblicasse questa storia, credo che non cambierebbe nulla. Sono troppo forti, il loro controllo è totale, gli strumenti di controllo troppo potenti. E poi sono protetti dalla WikiMedia Foundation, alla quale abbiamo segnalato tante volte questa situazione ottenendo sempre un muro di gomma. Vituzzu e gli altri sono protetti dalla WikiMedia Foundation e dagli stewards di Wikipedia, i 30 super-amministratori globali, a cui abbiamo segnalato la situazione tante volte: ci hanno sempre risposto che loro sostengono totalmente Vituzzu.

Non c’è da farsi illusioni, su Wikipedia comandano i corrotti, fine della storia.

Questo sistema si può cambiare in un solo modo, con un intervento della magistratura. Ad aprile l’autore del WikiVeliero ha presentato una denuncia penale per la prima volta contro Vituzzu ed altri corrotti.

Questa è l’unica strada rimasta. O dei giudici decidono di mettere fine al sistematico bullismo su Wikipedia, che negli anni ha colpito centinaia, forse migliaia di persone, dei quali molti sono minorenni, oppure questo sistema corrotto continuerà per sempre, le persone continueranno a essere bullizzate, l’enciclopedia più famosa al mondo sarà scritta da persone violente, corrotte e omertose. Non ci resta che aspettare le decisioni della magistratura.

 

Segui gli aggiornamenti sul nostro canale telegram, su twitter o su facebook.

Stampa i volantini e diffondi il blog WikiVeliero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *